chi è l'AIDOS ____contattaci
     

Chi è l’AIDOS

L’Associazione italiana donne per lo sviluppo (AIDOS) è un’organizzazione non governativa senza fini di lucro, creata a Roma nel 1981 da un gruppo di donne - esperte di sviluppo economico e antropologhe - con l’intento di operare sulla base dei temi del Decennio delle Nazioni Unite per la donna: uguaglianza, sviluppo e pace.


Mission

La filosofia dell’organizzazione si è sviluppata attraverso il dialogo costante con le organizzazioni femminili di tutto il mondo, con gli organismi internazionali e con le altre organizzazioni non governative (Ong) e grazie al continuo aggiornamento sull’elaborazione e la ricerca reso possibile dal Centro di documentazione creato dall’AIDOS nella sua sede di Roma. L’obiettivo dell’empowerment, cioè dare più forza alle donne e soprattutto alle loro organizzazioni, è e rimane alla base di tutte le iniziative dell’AIDOS in collaborazione con organizzazioni dei paesi in via di sviluppo, privilegiando quei settori in cui può essere più significativo il contributo dell’elaborazione e dell’esperienza delle donne italiane.


Status

L’AIDOS è una Ong riconosciuta idonea per operare nei Pvs dal ministero degli Esteri italiano e ha stato consultivo con l’ECOSOC, il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite (NU). Nei ventidue anni di attività, l’organizzazione ha collaborato con le agenzie e i fondi di sviluppo dell’Onu (UNFPA, IFAD, FAO, UNDP, ILO, UNIFEM, INSTRAW) per la realizzazione di progetti pilota. L’AIDOS è il focal point in Italia dell’INSTRAW, Istituto dell’Onu per la ricerca e la formazione per le donne) e dell’UNFPA (Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione). Le principali fonti di finanziamento dell’organizzazione sono: donazioni private, quote associative, fondi per i progetti approvati dalla Direzione generale per la cooperazione allo sviluppo del Ministero degli Affari Esteri, dalla Commissione Europea e dalle Agenzie e Fondi delle NU.


Settori di intervento

Sin dalla sua nascita, AIDOS ha concentrato i suoi programmi in quattro settori essenziali per l’affermazione dei diritti umani delle donne:

____- la salute e i diritti riproduttivi delle donne,
_____realizzando consultori familiari e sostenendo
_____progetti finalizzati all’eliminazione delle mutilazioni
_____dei genitali femminili in Africa;

____- lo sviluppo di piccola imprenditorialità femminile,
_____mediante la creazione di centri servizi per l’imprenditoria;

____- capacity building delle istituzioni e organizzazioni
_____di donne, attivando centri di documentazione,
_____informazione e stampa;

____- istruzione delle bambine e prevenzione del lavoro minorile.


Progetti in corso

L’AIDOS è impegnata nei seguenti paesi:

____- Tanzania: progetto di capacity building del Ministero degli
_____ affari comunitari e della condizione femminile;
____- Africa: Egitto, Tanzania, Kenia, Somalia, Etiopia, Gambia,
_____ Mali e Burkina Faso: campagna di informazione contro
_____ le mutilazioni dei genitali femminili;
____- Burkina Faso: centro per salute riproduttiva delle donne la
_____ prevenzione delle mutilazioni dei genitali femminili;
____- India: progetto finalizzato all’istruzione delle bambine
_____ negli slum di Calcutta;
____- Nepal: Consultorio per le donne nella zona di Kirtipur;
____- Palestina: due consultori per le donne nella Striscia di Gaza;
____- Giordania: centro per la salute riproduttiva ad Amman e
_____ centro di servizi alle imprese femminili a Umm Qais;
____- Siria: centro di servizi alle imprese femminili nel
_____ governorato di Lattakia);
____- Yemen: progetto per il coinvolgimento delle donne in
_____ attività eco-sostenibili nel villaggio di Beit Al Faqih;
____- Venezuela: consultorio familiare a Barquisimeto;
____- Pakistan: programma di borse di studio per l’accesso
_____ alla scuola formale privata delle bambine afgane
_____ rifugiate a Peshawar;
____- Russia: un progetto per la riduzione e la prevenzione
_____ della violenza contro le donne attraverso la creazione
_____ di una rete di centri anti-violenza;
____- Romania, Mozambico, Libano, Nepal: valutazione di
_____ un programma regionale UNFPA su GBV;
____- Europa: formazione stampa per la rete europea sulle
_____ mutilazioni dei genitali femminili.


Il lavoro di AIDOS in Italia

In Italia l’organizzazione si occupa di attività di informazione su tematiche riguardanti la condizione femminile nei paesi in via di sviluppo e i diritti umani delle donne. Attualmente l'AIDOS sta conducendo la campagna Face to Face, per i diritti, la dignità e la libertà di scelta delle donne del Terzo mondo, sponsorizzata dall’UNFPA. La campionessa di sci Deborah Compagnoni è stata la testimonial del Fondo per le donne afgane, mentre la modella somala Waris Dirie è stata la testimonial della campagna per la prevenzione delle mutilazioni dei genitali femminili nelle comunità africane. Il 10 luglio 2002 è stata lanciata la campagna "Maternità senza rischi. Un diritto per tutte le donne" di cui è testimonial l’attrice Nancy Brilli.
AIDOS ha realizzato il primo sito Internet dedicato ai diritti umani delle donne
www.dirittiumani.donne.aidos.it in italiano e coordina il sito web STOP FGM www.stopfgm.org.


Networking

AIDOS fa parte dei network seguenti:
- Rete delle ONG europee che lavorano sulle questioni
_ della popolazione (Eurongos), sostenuta dall’Unfpa,
- Rete europea delle ONG contro le mutilazioni dei genitali femminili
- Rete delle donne del Mediterraneo, Balcani ed Est Europeo
- Osservatorio italiano delle ONG su HIV/AIDS.




top page | home

  home

fatti e dati

schede tematiche

notizie

progetti di successo

la campagna on the road

i diritti umani delle donne

audio e visual

link ad altri siti


speciale per i giornalisti